· 

Chi ben comincia è già a metà dell'opera - Under 16 Version

Iniziamo l'anno con una classifica delle principali domande che ci sono state fatte durante il 2020, per iniziare il 2021 con le idee chiare!

Lo so...assomiglia molto a quello scritto nel Blog Adulti...ma anche i genitori e i nonni hanno fatto molte belle domande nel 2020!!!


1. A che età porto mio figlio per una prima visita?

 

La risposta corretta è appena nato o comunque all'inizio dello svezzamento, che solitamente coincide con la crescita dei primi dentini. Diciamo la verità, la visita sarà rapidissima :) ma è un momento importante da dedicare ai genitori, per informarli su quelle che sono le buone regole da dare e assumere per non incorrere nel rischio di carie nei denti da latte e per crescere un figlio che sa prendersi cura della propria bocca.



2. Il bambino è caduto e ha sbattuto i denti, che faccio?

Domanda molto complessa, ma esistono delle regole semplici da applicare. Meglio rileggersi il post e se possibile condividerlo con gli altri...non si sa mai!!!



3. Utilizzo le gocce di fluoro?

Fino a qualche anno fa la somministrazione di fluoro in gocce sin dalla nascita era fortemente consigliata e già alle dimissioni dall'ospedale veniva prescritta. Ad oggi le indicazioni della stessa OMS sono cambiate e , salvo situazioni di grande disagio socio economico o piccoli pazienti disabili, il fluoro in gocce non viene più consigliato. Le buone norme di prevenzione prevedono però che sin dalla crescita dei primi dentini da latte - 6-10 mesi variabile- questi vengano puliti con spazzini piccoli e morbidi "sporcati" con dentifrici al fluoro specifici per i 6-12 mesi. Questi prodotti aumentano poi la quantità di fluoro contenuta all'aumentare dell'età.



4. Lasciare che il bambino si lavi i denti da solo, è giusto?

In un mondo bellissimo, i bambini imparano a lavarsi i denti da soli semplicemente imitando i genitori ma purtroppo non è così. 

Non solo la loro manualità non è sufficiente fino ai 6-7 anni, ma anche a questa età esiste il rischio che non riescano a pulirsi bene perché alcuni denti dondolano e altri compaiono in zone nuove, come i primi molari permanenti che crescono dove non ci sono denti da latte. 

La soluzione migliore è lasciare che i bambini si spazzolino i denti da soli la mattina e dopo pranzo mentre la sera, momento in cui sono più stanchi, l'igiene deve essere affidata agli adulti.

Gradualmente, dagli 11 anni in poi, la supervisione dell'adulto può essere un semplice, ma continuo , controllo.



5. I denti da latte si devono curare?

I denti da latte si cariano e danno dolore come i denti degli adulti.

E' vero che cadranno ma tra il momento in cui il denti si caria e fa male e il momento della permuta a volte possono passare molti anni: in questo caso la carie crescerebbe fino a dare degli ascessi.

Inoltre i batteri della carie se non rimossi possono aderire ad altri denti, fra cui anche i denti definitivi che crescono in media passati i 6-7 anni.

La cura dei denti da latte viene consigliata per tutti i denti lontano dal cadere; diversamente , in caso di dolore, se ne consiglia l'estrazione se il dente nuovo corrispondente è pronto a erompere.



6. Come cambiare la dieta di un bambino?

L'alimentazione è uno degli argomenti che più impegnano le nostre visite. Per questo ci piacerebbe parlare con i genitori appena nato il bambino (la famosa visita prima dei 12 mesi) perchè alcune buone abitudini, se date subito, si saldano e diventano immutabili.

Molto più difficile invece eliminare cattive abitudini consolidate. Alcuni esempi?

  • bere bevande zuccherate prima di andare a letto (ancora peggio se poi ci si addormenta e non si lavano i denti!!)
  • mangiare dolci confezionati o appiccicosi più volte al giorno
  • mangiare frequentemente non rispettando i 5 pasti principali da avere durante il giorno
  • bere bevande gasate come cola o simili ...


7. Il latte materno fa cariare i denti?

Il latte materno contiene proteine, grassi, zuccheri, vitamine, minerali, enzimi, agenti anti infettivi e ovviamente acqua. 

Non è quindi solo un alimento ma un vero e proprio sistema complesso di protezione che la mamma trasmette al piccolo e che lascia una memoria anche jin età adulta. 

Errore comune però è quello di pensare che il latte materno renda il piccolo immune da carie. Il suo contenuto di zuccheri richiede che i residui di latte siano rimossi dalle gengive e poi da i denti da latte con degli spazzolini per bambini. 

Possono infatti crearsi delle carie nei denti da latte che si evidenziano ad occhi nudo verso i 2 anni spesso legate alla protratta assunzione di latte materno dopo i 12-18 mesi soprattutto se concesso la sera prima di andare a letto (senza lavare dopo i dentini) e durante la notte.



8. A che età togliere il ciuccio?

L'argomento è stato ampiamente dibattuto e buona regola è quella che arrivare a eliminare l'uso del ciuccio verso i 2 anni, iniziando però a ridurlo gradualmente a partire dei 6 e 12 mesi, evitando di toglierlo improvvisamente o in concomitanza per momenti particolari (come ad esempio l'inizio del nido o l'arrivo di un fratellino).

I rischi dell'uso prolungato del ciuccio?

  • problemi dentali
  • alterazione della deglutizione
  • difficoltà nel linguaggio
  • otiti....


9. Cosa fare se il bambino ha spesso delle afte?

Se sono ricorrenti per prima cosa occorrerebbe capirne la causa, cosa però difficilissima, perché le afte hanno un origine certa sconosciuta.

Alcune delle cause principali possono essere:

- stress (inizio di una nuova scuola o una situazione particolare)

- indebolimento del sistema immunitario (durante o dopo una malattia, ad esempio

- traumi locali , come un morso involontario;

- carenze nutrizionali (ferro, zinco, vitamina B12, acido folico)...

In ogni caso lavorare sulla alimentazione è importante integrando le vitamine e il ferro anche con integratori per bambini, eliminando cibi come il limone, le spremute, i pomodori crudi, l'aceto e il sale crudo, che irritano e fanno bruciare le ferite e bevendo tanta acqua.

Per ridurre il dolore locale si possono applicare più volte al giorno delle creme o dei gel specifici per afta, molti di questi contenenti acido ialuronico.



10. Mio figlio non si fa visitare dai dottori..come curare le carie?

Non solo i bambini che hanno avuto brutte esperienze mediche hanno paura del dentista. A volte hanno sentito chiacchere tra adulti o un amico gli ha parlato di una sua brutta esperienza, fatto sta che anche se si fanno coraggio durante la visita, possono però avere difficoltà a procedere con le cure. 

Le regole che un buon dentista per bambini deve seguire per facilitare la massimo il risultato sono diverse.

Prima di tutto il Tell Show Do, ovvero prendersi il tempo per far vedere ai bambini cosa si andrà ad utilizzare e farglieli provare personalmente. 

Secondo assecondare le loro giornate, che possono essere buone o cattive come quelle degli adulti.

Infine affidarsi alla sedazione con protossido di azoto, un sistema sicuro e studiato che permette di ottenere diversi livelli di collaborazione e sedazione. 



11. E' proprio necessario fare l'antibiotico?

Non è frequente dover prescrivere l'antibiotico ai bambini: per lo più si rende necessario quando una carie arriva al nervo e subentra un ascesso.

Nella maggior parte dei casi però la raccolta di pus trova modo di spurgare all'esterno attraverso una fistola ed è possibile in questi casi favorire il drenaggio (e quindi ridurre il dolore fino quasi a 0!) con degli sciacqui con acqua e sale. 

In alcuni casi però questo drenaggio non si forma e l'ascesso si estende fino ai tessuti vicino (fin sotto l'occhio o il collo) creando un flemmone.

In questo caso è fondamentale usare l'antibiotico essendo l'infezione molto rischiosa. 

Il tipo di antibiotico nonchè il dosaggio deve essere prescritto dal dentista o dal pediatra.



12. Quando posso passare allo spazzolino elettrico?

Non esiste un'età precisa per iniziare ad usare lo spazzolino elettrico. In generale dai 5 anni in su si possono introdurre gli spazzolini elettrici per bambini, ce ne sono sia a pile che elettrici. 

Alcuni bambini si divertono da subito ad usarli, ad altri possono dare fastidio e quindi occorre attendere un pò prima di riproporli.

Certo è che, come per gli adulti, lo spazzolino elettrico rimuove più placca a parità di tempo, e risulta molto comodo per i genitori che la sera devono aiutare i bambini a pulire i denti, soprattutto, se presenti , i primi molari permanenti che si trovano molto in fondo.


Scrivi commento

Commenti: 0